Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

FONDO VENETO COMPETITIVITÀ – SEZIONE TRANSIZIONE: UN SOSTEGNO ALLA MODERNIZZAZIONE E SOSTENIBILITÀ DELLE PMI

La Regione Veneto ha recentemente pubblicato il bando “Fondo Veneto Competitività – Sezione Transizione“, finalizzato a supportare gli investimenti in tecnologie avanzate, transizione 4.0 e green.

Questo fondo mira a promuovere la competitività delle imprese locali, facilitando il loro accesso a strumenti innovativi e sostenibili e rappresenta un’importante opportunità per le imprese del Veneto di innovare, crescere e contribuire a un’economia più sostenibile e competitiva.

Il bando mette a disposizione un totale di 70 milioni di euro, suddivisi tra il 2023 e il 2024 come segue:

          • 2023: 28 milioni di euro
          • 2024: 42 milioni di euro

Questa misura è parte integrante delle azioni previste dal PR FESR 2021-2027, nello specifico:

  • Azione 1.1.3: Sostegno agli investimenti e alle attività di ricerca e di innovazione delle PMI, con particolare attenzione agli investimenti in tecnologie avanzate.
  • Azione 1.3.1: Sostegno al posizionamento competitivo delle PMI tramite la promozione di processi di Transizione 4.0 e modelli di sviluppo sostenibile.

I principali beneficiari del fondo sono le piccole e medie imprese, i professionisti e le MidCap che possono richiedere finanziamenti per spese quali:

    • opere murarie e impianti tecnologici: ammissibili solo se correlate agli investimenti materiali.
    • acquisto e installazione di attrezzature: inclusi macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche.
    • software e licenze: acquisto di software, licenze d’uso, marchi, brevetti e licenze di produzione.
    • certificazioni: costi per ottenere certificazioni quali UNI EN ISO 14001:2015, UNI EN ISO 45001:2018, UNI CEI EN ISO 50001:2018, e altre certificazioni ambientali e di qualità.
    • consulenze e progettazioni: Direzione lavori, studi e consulenze affidate a professionisti esterni.

Gli investimenti devono avere un valore minimo di 20.000 euro e massimo di 500.000 euro, e devono essere realizzati a partire dal giorno successivo alla presentazione della domanda ed entro 12 mesi dalla concessione del contributo.

Per le PMI che investono in beni strumentali, il contributo è strutturato come segue:

  • contributo a fondo perduto: variabile dal 5% al 18% della spesa ammissibile.
  • finanziamento agevolato: comprende una quota a tasso zero (fino al 43,5% della spesa ammissibile) e una quota a disposizione tramite un intermediario finanziario, come le banche convenzionate con Veneto Innovazione Spa, fino alla copertura totale della spesa ammissibile.
  • il contributo verrà erogato al termine dell’investimento, previa ultimazione degli investimenti stessi e dell’erogazione del finanziamento agevolato.

Per ulteriori dettagli e informazioni compila il nostra form,
siamo pronti ad assisterti con piacere.