Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

IL RUOLO CHIAVE E LA SOSTENIBILITÀ DELLA COMPLIANCE AZIENDALE

La gestione della Compliance è un argomento di attualità che si colloca al crocevia tra etica aziendale e gestione del rischio, questo perché si concentra sui processi e sul comportamento individuale (nel mercato, all’interno dell’azienda, con le autorità di regolamentazione) finalizzati alla prevenzione e alla riduzione dei rischi (legati al diritto, al denaro, alla reputazione) derivanti dalla violazione di leggi e regolamenti (nazionali e internazionali), norme aziendali e sociali.

Oggi non è più sufficiente considerare la compliance come mera aderenza alle leggi e ai regolamenti. Le aziende devono tenere in considerazione tutti gli attori interessati: clienti, dipendenti, soci e ambiente.

In questi anni il ruolo della compliance è molto cambiato, assumendo la funzione di cintura di sicurezza dell’organizzazione per proteggersi dai rischi esterni e interni derivanti dal comportamento dei dipendenti. Non si limita solo alla verifica dell’osservanza di leggi e regolamenti estende il suo controllo anche delle norme e degli accordi comportamentali interni che l’azienda si impone senza essere legalmente obbligata.

In pratica, la Compliance mira a raggiungere gli obiettivi fondamentali dell’organizzazione in modo sicuro, rispettando una serie di obblighi e trasformandoli in opportunità. Di conseguenza, comprende tutti i temi che possono influenzare direttamente o indirettamente l’attività operativa dell’organizzazione.

Investire nella Compliance comporta numerosi vantaggi:

  • si soddisfano le esigenze del mercato e, in particolare, dei clienti e dei fornitori che richiedono l’implementazione di modelli di compliance aziendale per avviare, continuare o consolidare le relazioni commerciali;
  • si garantiscono correttezza e trasparenza nei rapporti con le pubbliche amministrazioni, anche in relazione alla richiesta e alla gestione di eventuali contributi, finanziamenti e sovvenzioni pubbliche;
  • si istituiscono sistemi di controllo capaci di individuare preventivamente eventuali irregolarità, riducendo così il rischio di sanzioni;
  • si aumenta il valore del capitale umano e il potenziale economico dell’azienda, rendendola più attrattiva per nuovi dipendenti, partner commerciali o investitori.

Condurre in modo strategico i rischi e le opportunità all’interno di un approccio commerciale orientato verso la sostenibilità è essenziale per generare valore nel lungo periodo. Pertanto, la Compliance si fonde in modo imprescindibile con la sostenibilità: attraverso l’implementazione di una politica aziendale che unisca gli obiettivi finanziari a quelli sociali e ambientali, vengono adottate norme e comportamenti eticamente validi, promuovendo un coinvolgimento etico degli attori interessati tramite l’attuazione di azioni pratiche.

Il futuro impegno, quindi, risiede nello sviluppo di una cultura di etica, collaborazione e trasparenza, un ambiente in cui si possa operare con la consapevolezza e la soddisfazione di agire correttamente, anche in assenza di controlli esterni.

Gli investimenti in compliance non sono da considerarsi un costo ma un investimento strategico per il successo a lungo termine dell’impresa. La creazione di una cultura aziendale della compliance può essere uno dei fondamenti su cui costruire un futuro sostenibile e prospero per tutte le imprese.

Per ottenere maggiori informazioni compila il nostro modulo. Siamo pronti ad offrirti supporto e assistenza.